• Casi clinici

  • demo-clip-path

  • Attacchi di panico

    "Sovente evita e fugge dai rapporti anche sentimentali, rinuncia alla maggior parte delle relazioni, maturando peraltro sentimenti di inadeguazza e paura del rifiuto da parte degli altri"

Cosimo, 32 anni

Cosimo è un giovane universitario di 32 anni , affetto da fobia sociale.

Da sempre, riferisce il paziente, vive con estremo disagio le situazioni in cui ci sia il rischio di essere esposti al giudizio degli altri, come giocare una partita di pallone, esporre ad un esame, e prendere la parola durante discussioni fra amici. Per questo, sovente evita e fugge dai rapporti anche sentimentali, rinuncia alla maggior parte delle relazioni, maturando peraltro sentimenti di inadeguazza e paura del rifiuto da parte degli altri.

Cosimo vuole superare tutto questo e si affida alle nostre cure, basate sulla psicoterapia specifica volta ad attenuare il disagio e quindi a superare la paura, il tutto, inoltre, sostenuto da una farmacoterapia con seratoninergici e ansiolitici.

Laura, 45 anni

Laura ha 45 anni e soffre da 9 mesi di attacchi di panico.

Riferisce di essersi recata diverse volte al pronto soccorso per "una sensazione di soffocamento e di morte, con dolori al torace, palpitazioni, dolori muscolari". Laura è madre di un ragazzo disabile e avendo perso il marito di infarto, teme per il futuro del figlio, se anche a lei dovesse accadere qualcosa.

L'approccio allo studio viene impostato con la massima disponibilità al colloquio. Viene inoltre utilizzata una via farmacoterapeutica. Laura già dal secondo controllo appare contenta dei risultati, gli stati d'ansia e d'angoscia sono diminuiti, così pure la distanza tra un attacco e l'altro si è notevolmente allungata.